Blog

IMG_1642

Possibili grandinate ed estate torrida, continua la sfida per gli agricoltori..

Il 2017 non è sicuramente iniziato nel migliore dei modi, le stime ufficiali parlano di oltre 100 milioni di euro di danni distribuiti nei vari settori, purtroppo le previsioni meteo indicano che non si può stare tranquilli, vediamo come si evolverà la situazione di seguito.

Caldo e sole a nord, temporali sugli Appennini, ma dal 19 cambia tutto..

La settimana dal 15 al 20 maggio sarà caratterizzata dall’incontro di un fronte di alta pressione nord africana che si allungherà verso nord su Spagna e Francia, muovendosi ad est ed incontrandosi proprio sulla penisola italiana con un fronte anticiclonico proveniente dal nord Europa.

La settimana inizierà con una prevalenza di alta pressione, caldo e sole dappertutto, solo a nord e sugli Appennini qualche temporale. Le temperature saranno sopra la media del periodo fino al 19.

In Toscana sole prevalente per tutta la settimana, qualche rovescio nelle zone interne possibile lunedì e martedì.

Venerdì 19 potrebbe cambiare lo scenario, con una forte perturbazione atlantica in arrivo con alta probabilità di temporali e grandinate sparse ovunque, da nord a sud, temperature medie in calo anche di 4°C.

Cosa fare? I consigli dell’agronomo:

Fino alla prima settimana di maggio i rischi infettivi su vite sono stati relativamente bassi, la seconda metà di aprile con temperature sotto la media ha reso i tempi di incubazione della peronospora più lunghi che, uniti alla scarsità di piogge, hanno reso il rischio di infezione molto basso. Stesse considerazioni per oidio, non si sono registrate situazioni di rischio fino ad ora, ma le alte temperatura di questa settimana e la possibile presenza di vento ovunque aumenta notevolmente il rischio infettivo.

Si consiglia di monitorare i propri vigneti per eventuali infezioni, lo stadio fenologico generale è di grappoli visibili e ci avviciniamo alla fioritura, le piante sono suscettibili alle malattie.

È arrivato il momento inoltre di cominciare a installare le trappole per la Tignoletta della vite, anche se non sono necessari interventi al momento.

La grandine potrebbe complicare la situazione, ma dipenderà dall’intensità delle eventuali precipitazioni, in generale si consiglia di intervenire tempestivamente con idrolizzati proteici e nel caso con antifungini per scongiurare infezioni sulle ferite.

Per riconoscere le malattie, ricordiamo di scaricare il nostro PDF, ricco di foto, informazioni e consigli di difesa tutto in formato comodo per la consultazione da mobile.

Se vuoi rimanere informato iscriviti alla nostra newsletter, riceverai anche il nostro PDF gratuito pieno di foto e informazioni per il riconoscimento delle principali malattie della vite

* indicates required




 

Come proseguirà la stagione?

Le previsioni a lungo termine non sono mai precise ma ci possono già dare indicazioni su come potrebbe essere l’estate. Si conferma quanto previsto qualche settimana fa, l’estate potrebbe effettivamente essere molto calda, anche se si prevedono Giugno e Luglio nella media, o leggermente sopra, Agosto potrebbe essere caratterizzato da una continua presenza del fronte di alta pressione nordafricana sulla penisola Italiana con conseguente aumento delle temperature e persistenza del calore. Non si escludono preoccupanti aumenti di 1-2 °C delle temperature medie.

I nostri consigli:

Continuiamo a consigliare di monitorare i dati meteo nelle vicinanze delle proprie aziende e segnaliamo gli effetti eccezionali registrati con i nostri induttori, senza ombra di dubbio le piante trattate stanno rispondendo bene, meglio di quelle non trattate, agli eventi climatici che si stanno abbattendo sui nostri territori.

In previsione di forte caldo estivo, data la scarsa quantità di acqua registrata in inverno, consigliamo l’uso di ProTech, che negli anni passati ha dato risultati eccezionali per gli stress idrici e da caldo, potete leggere i report qui.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *