Blog

Copper(II)-nitrate-trihydrate-sample

Rame vigneto, nuovi limiti e guida all’uso

La Commissione Europea impone nuovi limiti sull’uso del rame, il fungicida ha ufficialmente il nuovo limite di 4 kg per ettaro, tuttavia sembra, al momento in cui scriviamo, improbabile che questa novità riguardi già stagione 2019 ma sarà sicuramente attivo per quella del 2020.

Rimane da tenere conto che il nuovo limite imposto avrà una flessibilità sui 7 anni, sarà in teoria possibile andare oltre ai 4 kg in un anno se la media dei 7 anni rimarrà comunque entro i 28 kg.

Diventa sempre più complicato gestire la difesa nel biologico sopratutto in zone dove la pressione della malattia è elevata, dove già i 6 kg per ettaro erano talvolta limitanti.

Difesa integrata e agricoltura di precisione

È sempre più attuale e necessario pensare alla difesa come pratica integrata da gestire in modo preciso e puntuale, quali sono le armi che abbiamo a disposizione per gestire i nuovi limiti di rame metallo?

Monitorare i vigneti e osservare l’andamento climatico. Ogni trattamento è prezioso come lo è ogni grammo di rame, il monitoraggio dell’andamento climatico e delle fasi fenologiche della vite è fondamentale per poter decidere con precisione quando trattare e con quali sali di rame.

Un intervento non ottimale causa, oltre che alla scarsa efficacia, la necessità di intervenire nuovamente, impattando notevolmente sulle quantità di rame e sulla qualità del raccolto.

La precisione è inoltre fondamentale, inutile trattare se le condizioni di infezione non si presentano, una buona interpretazione dei dati previsionali permettono di ridurre drasticamente il numero dei trattamenti.

Utilizzo degli induttori di resistenza.  Esistono in commercio, oltre ai nostri preparati specifici (di cui abbiamo parlato qui) numerosi prodotti che rendono le piante meno suscettibili alla peronospora, il loro utilizzo permette di ridurre le quantità di rame  e il numero dei trattamenti.

Come utilizzare al meglio i sali di rame

Come utilizzare al meglio il rame a disposizione

Conosciamo meglio i principi attivi a nostra disposizione, questo ci è utile per capire meglio quando utilizzare un determinato sale rispetto ad un altro e che tipo di copertura ci garantisce.

Solfato di rame neutralizzato con calce: inizio efficacia del p.a. (dopo 12-15 ore dal trattamento), persistenza (8-9 giorni)

Ossicloruro di rame: inizio efficacia del p.a. (dopo 10-12 ore dal trattamento), persistenza (7-8 giorni)

Idrossido di rame: inizio efficacia del p.a. (dopo 2-4 ore dal trattamento), persistenza (4-5 giorni)

Solfato di rame tribasico: inizio efficacia del p.a. (dopo 4-6 ore dal trattamento), persistenza (7-8 giorni)

 

Queste informazioni sono da tenere di conto al momento della scelta del trattamento da combinare con le informazioni meteo (quando, quanto è piovuto e se pioverà nuovamente, possibilità o meno di rientro), con lo stato sanitario e la situazione generale del nostro vigneto.

Per esempio se le condizioni di infezione sono già presenti nel mio vigneto perché è piovuto copiosamente nelle ultime ore, magari non riesco ad entrare rapidamente in campo perché il terreno è troppo bagnato e le temperature medie sono superiore ai 10 gradi sarà preferibile trattare con un idrossido di rame che un’azione molto rapida.

Dovrò però tenere di conto che questo sale ha una persistenza breve rispetto agli altri e dovrò già pensare che, se dopo 4-5 giorni si ripresentano le condizioni di infezione, dovrò effettuare un altro trattamento.

Sempre in base alle previsioni meteo, in caso di piogge prolungate per molti giorni con temperature medie di rischio infezione, sarebbe opportuno valutare un trattamento con altri sali, che mi permettano una copertura più lunga.

Questi sono soltanto esempi, è necessario avere bene in mente che non esiste un sale di rame che sia perfetto in ogni condizione e solo un’attenta analisi e conoscenza dei sali permette una difesa impeccabile anche con limiti più restrittivi.

 

I professionisti con i quali collaboriamo sono a disposizione per assistere i produttori di tutta Italia,  cliccando qui di seguito è possibile richiedere informazioni sul servizio offerto.

Richiedi informazioni

Se queste informazioni sono state utili, iscriviti alla nostra newsletter, è gratis! Riceverai bollettini fitosanitari e agrometeo aggiornati durante la stagione, ricevi l’informazione che ha salvato molte produzioni negli anni passati!

Newsletter

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *